Siete quiIl Sindaco - Dr. Sandro Parolo

Il Sindaco - Dr. Sandro Parolo


foto sindacoDocente di lettere, pianista ed insegnante di educazione musicale. E' stato per anni organista ed istruttore della corale di Ponso.

Ha già lavorato con impegno e serietà a servizio del Paese come consigliere comunale e Capogruppo riscuotendo segnali di continua solidarietà per il proprio operato. 

Sindaco dal 13 giugno 2004 a Giugno 2009. Rinconfermato, per il secondo mandato, alle Amministrative del 2009.

Riconfermato per il terzo mandato alle Amministrative del 2014

Attualmente copre  anche la figura di  Vice-Presidente, dell' Unione Megliadina.

 

Sindaco: Sandro Parolo
Sede: Ponso, primo piano - Residenza Municipale
tel. 0429656108
fax 0429 95014
sindaco@comune.ponso.pd.it

Orario al Pubblico:

Martedi
dalle 10:00 alle 13:00
sabato dalle 08:00 alle 10:00
NB. Il Sindaco riceve anche su appuntamento da fissarsi telefonicamente all'ufficio segreteria  tel. 0429 656108 (centralino)

 

Relazione di fine mandato - Anni 2009/2014

La relazione è redatta ai sensi dell'art. 4 del decret legislativo 6 settembre 2011, n. 149, recante: "Meccanismi sanzionatori e premiali relativi a regioni, province e comuni, a norma degli articoli 2, 17 e 26 della legge 5 maggio 2009, n. 42" per descrivere le principali attività normative e amministrative svolte durante il mandato, con specifico riferimento a:

a) sistema e esiti dei controlli interni;

b) eventuali rilievi della Corte dei Conti;

c)azioni intraprese per il rispetto dei saldi di finanza pubblica programmati e stato del percorso di convergenza verso i fabbisogni standard;

d) situazione finanziaria e patrimoniale, anche evidenziando le carenze riscontrate nella gestione degli enti controllati dal comune o dalla provincia ai sensi dei numeri 1 e 2 del comma primo dell'art. 2359 del codice civile, ed indicando azioni intraprese per porvi rimedio;

e) azioni intraprese per contenere la spesa e stato del percorso di convergenza ai fabbisogni standard, affiancato da indicatori quantitativi e qualitativi relativi agli output dei servizi resi, anche utilizzando come parametro di trasferimento realtà rappresentative dell'offerta di prestazioni con il miglior rapporto qualità-costi; 

f) quantificazione della misura dell'indebitamento provinciale o comunale. 

AllegatoDimensione
relazione_fine_mandato_2009_2014.pdf1.28 MB