Siete quiIl Comune di Ponso acquista Energia da Fonti Rinnovabili

Il Comune di Ponso acquista Energia da Fonti Rinnovabili



Il Comune di Ponso, Socio del CEV (Consorzio Energia Veneto), testimonia il proprio impegno a favore dello sviluppo della produzione d'Energie Rinnovabili con un atto concreto, rispettando i parametri imposti dal protocollo di Kyoto e fregiandosi della prestigiosa certificazione RECS.

Il Consorzio Energia Veneto attraverso la società controllata Global Power S.p.A., appositamente costituita, effettua la fornitura di energia elettrica per gli immobili comunali ed in uso al Comune di Ponso da alcuni anni.

L'energia elettrica fornita dalla citata società è per il 100% "energia verde", ovvero prodotta da fonti rinnovabili, senza che sia addebitato agli enti soci alcun maggior onere.

Certificati RECS
Cosa sono :
 I certificati RECS (Renewable Energy Certificate System), di taglia pari a 1 MWh, sono titoli che attestano l’impiego delle fonti rinnovabili – come definite dalla direttiva comunitaria 2009/28: eolica, solare, aerotermica, geotermica, idrotermica e oceanica, idraulica, biomassa, gas di discarica, gas residuati dai processi di depurazione e biogas - per la produzione di energia elettrica e rappresentano un beneficio per il produttore in quanto sono scambiabili, in ambito nazionale ed internazionale, separatamente dall’energia sottostante certificata. Tali certificati possono essere ottenuti anche da produzione incentivata attraverso meccanismi di feed-in, diversamente da quanto è previsto per gli impianti che rientrano in meccanismi di quote obbligatorie e ricevono certificati verdi scambiabili.

L’utilizzatore del certificato (utente finale) mediante il suo acquisto e successivo annullamento (ritiro del certificato dal mercato), anche separatamente dall’erogazione fisica dell’elettricità, testimonia il suo impegno a favore dell’ambiente rendendosi disponibile a corrispondere un delta positivo rispetto al prezzo dell’elettricità da fonte convenzionale.

La storia
L’idea dei RECS nasce nel 2000 da un progetto volontario, finanziato dall’Unione Europea, volto a favorire lo sviluppo di un protocollo di certificazione comune per lo scambio internazionale di Green Certificates a fronte di una crescente sensibilità ambientale da parte dei consumatori di energia elettrica che alimentano una domanda volontaria di green certificates. Attualmente il sistema coinvolge oltre 200 membri tra produttori, traders e società di certificazione del settore elettrico presenti in ben 27 paesi, per lo più europei.

Gli attori e la regolamentazione
I player principali di questo schema di certificazione sono due associazioni internazionali: RECS International (www.recs.org) e AIB (Association of Issuing Bodies, www.aib-net.org). La prima della due vede l’adesione degli operatori di mercato (produttori o trader) che in questo modo possono partecipare allo scambio dei titoli; l’AIB invece ha quali membri le società che, in ambito nazionale, sono responsabili delle verifiche sugli impianti di generazione e del rilascio dei certificati RECS.

Le modalità e i requisiti generali della certificazione sono compresi nella regolamentazione dell’AIB "Principles and Rules of Operation of the European Energy Certificate System (EECS)" meglio nota come Basic Commitment. Ogni paese, poi, in relazione alle specifiche esigenze dettate dalla normativa nazionale di settore, rende operative le regole associative al suo interno con l’adozione del Domain Protocol in cui sono individuate le peculiarità nazionali.

In Italia
L’Italia è tra i fondatori della certificazione RECS. Nel corso degli anni c'è stato un coinvolgimento sempre maggiore degli operatori di mercato. Per l'anno 2011, partecipano al sistema RECS 52 società: A2A, AB ENERGIE, AET ITALIA, AGSM VERONA, ALPIQ ENERGIA ITALIA, AMGA ENERGIA & SERVIZI, AMSTERDAM CAPITAL TRADING, AZIENDA ENERGETICA, BIOMASSE ITALIA, BLANK ENERGY, BLUE META, CO-VER ENERGY TRADING, CURA, C.V.A. TRADING, DSE, EDELWEISS ENERGIA, EDISON TRADING, EGL ITALIA, ELECTRA ITALIA, ENEL TRADE, ENERG.IT, ENERGRID, ENI, E.ON ENERGY TRADING, E.ON PRODUZIONE, E PIU', ERG, ESPANSIONE, EUROPE ENERGY, EUSEBIO ENERGIA, FEDERPERN, GDF SUEZ ENERGY MANAGEMENT, GEOGREEN, GREEN NETWORK, I.CA.S.CO., IDROELETTRICA LOMBARDA, IREN MERCATO, ITALGEN, ITAL GREEN ENERGY, LINEA PIU', MULTIUTILITY, NIGGELER & KUPFER ENERGIA, NOVAMONT, NVALUE, REPOWER VENDITA ITALIA, SEL, SELTRADE, STATKRAFT MARKETS, TRADECOM, TRENTA, UTILITA', ZENERGIA. Queste società hanno sottoscritto con il GSE un accordo che disciplina le attività di verifica degli impianti di produzione rinnovabile e di emissione, trasferimento e annullamento dei certificati RECS, in conformità con la regolamentazione internazionale. Il Gestore dei Servizi Energetici è, infatti, per il nostro Paese l’organismo preposto al rilascio di questa certificazione e in qualità di Issuing Body (IB) partecipa all’associazione internazionale AIB (Association of Issuing Bodies) insieme a Transmission System Operators, Autorità di Regolazione e società specializzate in campo ambientale.

E' data possibilità di aderire al sistema di certificazione RECS nel corso del 2011, come previsto all'art. 14 della suddetta Convenzione, secondo le modalità riportate nel paragrafo 4 della "Procedura per la registrazione degli impianti rinnovabili, l'emissione, il trasferimento e l'annullamento dei certificati RECS" (Allegato 1 della Convezione RECS 2011).
 

AllegatoDimensione
Certificazione R.E.C.S.143.09 KB
attestazioni_global_power.pdf130.59 KB
ponso_comune_verde.pdf805.91 KB